Al momento stai visualizzando Errori WordPress da evitare: 8 errori da correggere se vuoi migliorare il posizionamento

Errori WordPress da evitare: 8 errori da correggere se vuoi migliorare il posizionamento

  • Autore dell'articolo:

Se il tuo è un sito WordPress e vuoi avere più traffico allora ci sono alcuni errori che devi assolutamente evitare. Ottimizzare il sito dal punto di vista SEO richiede attenzione ai dettagli. Qui di seguito trovi 8 errori WordPress da evitare e come fare per migliorare il posizionamento e le conversioni del tuo sito web. 

1. Non impostare il fuso orario

Questo è un errore molto comune: dimenticare di impostare il fuso orario del sito WordPress. Potrebbe sembrare una cosa banale, ma ogni volta che pianifichi dei post da pubblicare in futuro devi impostare l’orario e la data di pubblicazione. Se dimentichi di impostare il fuso orario i tuoi contenuti non verranno condivisi quando pensi di farlo. 

2.Gestire metadati social media

I social media sono molto importanti per la gestione complessiva del tuo business. Questo è vero anche per il tuo sito WordPress. I social veicolano traffico verso il tuo sito WordPress e possono aumentare il tuo ranking. Utilizzare strumenti come Yoast SEO permette di abilitare i metadati open graph per Facebook. 

3.Non avere una sitemap XML

Non avere una mappa del proprio sito web in formato XML è un errore molto importante. Se non ne hai una utilizza il plugin Yoast SEO. Clicca su SEO poi vai su XML Sitemap e crea la mappa. Successivamente invia la mappa a Google Search Console per far fare la scansione al sito wordpress. 

4.Errore 500 Internal Server su WordPress

Se sul tuo sito appare una schermata bianca con l’Internal Server Error si tratta di un errore 500 internal service WordPress. Ci sono diverse soluzioni da mettere in atto. Potrebbe essere dovuto al limite di memoria esaurito. In questo caso puoi aumentare il limite di memoria. Aprite il file wp-config.php e modificatelo per aggiungere codice per impostare il limite di memoria più alto.

5.Errore WordPress: i permalink sbagliati

Il lavoro SEO non si svolge solo on page, non coinvolge solo le parole chiave. La SEO si svolge anche offpage, ad esempio la denominazione dei permalink. È possibile migliorare il posizionamento del sito e aumentare il CTR semplicemente cambiando i permalink dei post e correlarli al titolo. È possibile anche automatizzare il processo direttamente dalle impostazioni. 

6.I contenuti vengono pubblicati in modo irregolare

La regolarità nella pubblicazione dei contenuti deve avvenire con costanza. Se cerchi di posizionarti per determinate parole chiave devi pubblicare regolarmente per ottenere traffico di qualità. Più pubblichi e più è facile ottenere traffico.

7.Non impostare gli obiettivi Google Analytics

Il vero obiettivo di un sito sono le conversioni. Per questo è necessario impostare obiettivi di destinazione in Google Analytics. Questo ti permette di misurare quanto del traffico organico porta alle conversioni. Puoi anche costruire una thank you page, una pagina di ringraziamento quando qualcuno converte: compra il tuo prodotto, si iscrive al seminario virtuale o alla newsletter. Questa pagina la puoi utilizzare per ricavare dei dati, misurare cioè se stai raggiungendo i tuoi obiettivi di conversione. 

8.Non aggiornare i contenuti 

Il contenuto di un sito web è vivo. Hai bisogno di aggiornarlo con una frequenza regolare. Ciò che hai creato una volta richiede di essere rinfrescato e aggiornato. Non lasciare che il tuo content diventi obsoleto. L’aggiornamento può trasformare un contenuto in qualcosa di evergreen che gli utenti trovano sempre utile. Il blog di un sito web ha una durata media di due anni. Avere un piano editoriale significa incorporare aggiornamento nella strategia di contenuti.  

Senza aggiornamento potresti perdere un sacco di traffico prezioso e di conversioni. 

 

Banner Guest post

Lascia un commento